Associazione Musica Aperta - 24125 Bergamo - via Borgo Palazzo, 31 - tel. e fax 035/242287

Bergamo, marzo 2004

Il mese di marzo si aprirÓ per gli Incontri Europei con la Musica nel segno della chitarra, con un rÚcital che vedrÓ sul palco della Sala "A. Piatti", sabato 6 marzo alle ore 16, uno degli interpreti di spicco delle ultime generazioni, Andrea Vettoretti. Per gli appassionati della stagione organizzata dall'Associazione Musica Aperta in collaborazione con gli Assessorati culturali di Comune, Provincia e Regione, un programma con brani originali e trascrizioni dovute allo stesso interprete spaziante su tre secoli di musica, un percorso apparentemente divagante, unificato tuttavia dalla costante presenza di ritmi di danza.

In apertura, tre Sonate di Domenico Scarlatti e tre Mazurke di Chopin, pagine che, nell'ambito di una forma di dimensioni limitate e tendenzialmente ripetitiva, presentano invece una sorprendente varietÓ di atteggiamenti, impreziosita da un'acutissima sensibilitÓ armonica. Il pianismo romantico Ŕ fonte d'ispirazione, insieme alla vocalitÓ espressiva del melodramma italiano, anche per una pagina originale come l'Elegia di Johann Kaspar Mertz.

La seconda parte prevede un recente brano del giovane chitarrista-compositore Simone Iannarelli, Tango on the clouds ("Tango sulle nuvole"), dedicato allo stesso Vettoretti, e due pagine assai impegnative sul versante prettamente strumentale come la Tarantella di Mario Castelnuovo-Tedesco, fiorentino emigrato negli USA alla fine degli anni '30, e la Jota di Francisco Tßrrega, uno dei pionieri della rinascita chitarristica alla fine dell'Ottocento.

Nato a Treviso, Andrea Vettoretti dopo aver studiato al Conservatorio "Benedetto Marcello" di Venezia si Ŕ diplomato in chitarra con il massimo dei voti al Conservatorio "Gioachino Rossini" di Fermo; si Ŕ poi perfezionato presso la prestigiosa ╔cole Normale de Musique di Parigi sotto la guida di Alberto Ponce, conseguendo nel 1999 il "Dipl˘me SupÚrieur de ExÚcution" e nel 2000 il "Dipl˘me SupÚrieur de Concertiste". ╚ risultato vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali fra cui CittÓ di Genova, CittÓ di Rimini, "F. Schubert" di Alessandria, CittÓ di Ravenna, "S. Salmaso" di Viareggio, "B. Terzi" di Bergamo, "A. Canova" di Possagno, "P. Barsacchi" di Viareggio, CittÓ di Varenna, Premio Subinates (Svizzera), "Rovere d'oro" di Imperia. Alla 23a edizione della "Grolla d'Oro" (Premio internazionale di pittura e scultura) gli Ŕ stata conferita una Targa per la musica classica a riconoscimento dei suoi meriti artistici. L'attivitÓ concertistica lo ha portato a suonare regolarmente in Italia, Irlanda, Francia, Svizzera, Messico, Canada, Stati Uniti, Polonia, Germania, esibendosi in sedi prestigiose e riscuotendo ovunque lusinghieri consensi di pubblico e critica. Ha inciso CD per Rivoalto, Phoenix Classics, Sinfonica. ╚ direttore artistico del Festival chitarristico internazionale "Delle due CittÓ" di Treviso e Roma e del sito Musikrooms. Suona su una chitarra del liutaio Matthias Dammann.

L'ingresso al concerto è libero, ma rigorosamente limitato all'esaurimento dei posti a sedere disponibili in Sala "Piatti".

immagine:
Andrea Vettoretti